sabato 9 dicembre 2017

CINEMA E SOCIETA'. HAPPY END. C. PICCINO, L’irruzione della rabbia nel quotidiano orrore di una famiglia borghese, IL MANIFESTO, 30 novembre 2017

L’istantanea di una famiglia borghese europea». Le parole che Haneke utilizza per riassumere il suo nuovo film ne restituiscono in pieno il senso. Happy End – Lieto fine con molte sfumature nell’universo del regista austriaco – ritrova il protagonista del Palma d’oro Amour (2012), Jean-Louis Trintignant e l’icona Isabelle Huppert anche se più che una conferma le loro presenze sembrano alludere a una relazione ininterrotta con i precedenti film, qualcosa di più della cifra d’autore, quasi un sequel – «Mia moglie era malata e l’ho soffocata» racconta alla giovane nipote il personaggio di Trintignant in Happy Endarrivando da Amour con la sua vecchiaia infelice.

CINEMA E SOCIETA'. THE SQUARE. S. SILVESTRI, Le paranoie della «buona» borghesia, IL MANIFESTO, 8 novembre 2017

Arriva domani in sala – distribuisce Teodora film – The Square, Palma d’oro all’ultimo festival di Cannes. Sofisticata commedia satirica di Ruben Östlund, già premiato sempre sulla Croisette (con il gran premio della giuria) per Forza maggiore (2014), interno familiare sull’orlo della catastrofe.

lunedì 4 settembre 2017

CINEMA E SOCIETA' ITALIANA



Questa analisi della condizione del nostro tempo è un commento alla ricostruzione fatta dai componenti dell'ARCI di Spoleto delle attività che l'associazione svolse negli anni Ottanta nella cittadina umbra (Per ricordaARCI*. Storie di vita parallele, Edizioni Era Nuova, 2014). Pertanto i riferimenti autobiografici presenti nel testo vanno ricollegati a quelle esperienze.